I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Amedeo Baratta

 

Mi sono iscritto alla Scuola di Giornalismo perché il mio percorso lavorativo riguardava soprattutto il giornalismo sportivo, però volevo approfondire aspetti giornalistici differenti.
 
Alla Scuola di Giornalismo ho imparato a gestire notizie di cronaca, economia, notizie per la radio, a occuparmi di relazioni pubbliche e comunicati stampa.

Il programma è serio e ben strutturato, c'è stata grande disponibilità e professionalità da parte di insegnanti e addetti ai lavori. Unica pecca l'assenza continua di Ansaldo, professore di giornalismo sportivo, nonché giornalista de "La Stampa".

Esistono molti modi di affrontare e gestire una notizia e la capacità degli insegnanti è stata quella di capire le caratteristiche di ogni studente, venendo incontro al suo stile di scrittura per migliorarlo e renderlo più efficace ai fini del lavoro giornalistico.
Adesso, grazie alla scuola Carlo Chiavazza ho migliorato la scrittura di notizie di cronaca e aumentato la competenza nello scrivere comunicati stampa.

Amedeo Baratta

Iscrizione Newsletter

Riceverai notizie sulle nostre iniziative

Il mestiere del giornalista? Lo imparo in classe

Mafalda

Vai all'inizio della pagina